Seleziona una pagina

Il Carnevale di Viareggio del 2019 festeggia la fantastica età di 146 anni.
Era il febbraio del 1873 quando alcuni ricchi borghesi viareggini decisero di mascherarsi e sfilare su dei calessi a cavallo, lungo la Via Regia, forse, ma non è sicuro, per protestare contro l’eccessiva tassazione del periodo.

Alla fine del secolo, comparvero i carri trionfali in stucco, tela; materiali pesanti, poi sostituiti successivamente dalla carta pesta modellata, per trovare la massima raffinatezza negli anni Trenta del ‘900 con la carta a calco. La prima guerra mondiale indusse a una pausa bellica che durò sei anni. La manifestazione riprese nel 1921 e i carri sfilarono sui viali a mare.

Il carnevale di viareggio
@iltirreno.

Nel 1930 nacquero le maschere ufficiali della manifestazione Ondina e Burlamacco,

Il carnevale di viareggio
@iltirreno

ideati dal pittore e grafico futurista Umberto Bonetti ma fu dopo la seconda guerra mondiale, che il Carnevale di Viareggio nacque a nuova vita, nel 1946 anche se la vera popolarità nazionale arrivò con le riprese televisive della RAI nel 1954 e con la successiva Eurovisione del 1960.

Le star indiscusse del Carnevale di Viareggio sono i grandi carri allegorici costruiti dal 2001 nella Cittadella del Carnevale realizzati con la carta a calco, comunemente detta cartapesta, secondo un sistema inventato nel 1925, dal pittore e carrista viareggino, Domenico D’arliano.

Grazie alla cartapesta i costruttori viareggini possono realizzare veri e propri teatri viaggianti. Alti oltre 20 metri, larghi 12, i carri sono creati per stupire il pubblico con effetti coreografici straordinari.

A realizzare le festose macchine di cartapesta sono i Maestri costruttori viareggini. Oltre 25 ditte artigiane, con più di mille persone al lavoro. Ogni anno, alla fine delle sfilate, una selezionatissima giuria stila la classifica di merito, decretando vincitori e vinti. I carri di cartapesta sfilano lungo un circuito chiuso circolare, compreso tra i viali a mare.

Colossali e suggestivi, i carri di Viareggio traggono spesso ispirazione dai temi della politica italiana ed internazionale e dell’attualità, che vengono rappresentati in chiave satirica. I carri allegorici, abitati da musicisti, ballerini e figuranti coinvolgono il pubblico che contorna il loro passaggio.

Il carnevale di viareggio
@Iltirreno

Alle sfilate concorrono carri di prima e seconda categoria, mascherate di gruppo e maschere singole. I vincitori di ogni categoria vengono proclamati e premiati durante l’ultima giornata di Carnevale. Alla manifestazione partecipano ogni anno migliaia di visitatori di tutte le età, richiamati sia dalla spettacolarità delle sfilate che dal clima festoso che si respira in città nei giorni dei corsi mascherati. Il Carnevale di Viareggio si svolge nell’arco di un mese, durante il quale vengono proposti 5 corsi mascherati, quattro di domenica ed uno nel martedì grasso.

Le sfilate di Viareggio hanno luogo indicativamente tra la fine di Gennaio e Marzo, nelle quattro settimane che precedono la Quaresima (ovvero i quaranta giorni prima di Pasqua).

Quest’anno le sfilate si svolgeranno nelle giornate di: Sabato 9 febbraio, ore 16.00, Domenica 17 febbraio, ore 15, Sabato 23 febbraio, ore 17, Domenica 3 marzo, ore 15, Martedì 5 marzo, ore 16.30.
Il Carnevale di Viareggio è una manifestazione per grandi e piccoli, uno spettacolo divertente con tanta musica e persone in festa.

Il carnevale di viareggio
@nanopress

Se amate truccarvi e vestirvi in maschera, partecipate alle sfilate sfoggiando il vostro costume e vi sentirete molto più che dei semplici spettatori! Chi invece è un po’ reticente o semplicemente non ha tempo di arrivare in costume alla festa, troverà comunque maschere, parrucche e tutto il necessario in vendita sia dentro che fuori il circuito della manifestazione.

Buon Divertimento!!!